Fonti non di pesce di omega 3

Panoramica

Gli acidi grassi Omega-3 svolgono un ruolo importante nella funzione sana del cervello e possono proteggere contro le malattie cardiache, secondo l’Università di Maryland Medical Center. I pesci sono una buona fonte di due tipi di acidi grassi omega-3, ma c’è un terzo tipo trovato nelle piante, noto come acido alfa-linolenico, o ALA, per coloro che non mangiano pesce. Il tuo corpo può abbattere l’ALA negli stessi due tipi di omega-3 che sono contenuti negli oli di pesce, secondo il Linus Pauling Institute dell’Oregon State University.

Lino

L’olio di lino è la migliore fonte di piante di acidi grassi omega-3, secondo il Linus Pauling Institute dell’Oregon State University. Un cucchiaio. Di olio di semi di lino contiene 7,3 g di ALA, mentre 1 cucchiaio. Di semi di lino macinato contiene 1,6 g. I semi di lino devono essere macinati entro 24 ore dall’uso o possono essere acquistati già macinati in speciali imballaggi di mylar per assicurarsi che l’ALA non degrada, secondo l’Università di Maryland Medical Center.

Noci e semi

Le noci sono un’altra buona fonte di omega-3, secondo l’istituto Linus Pauling. Un oz. Delle noci inglese contiene 2,6 g di ALA, mentre la stessa quantità di noci nere contiene 0,6 g. Semi di zucca e semi di canapa sono anche buone fonti di acidi grassi omega-3. I semi di canapa devono essere scavati in modo che il tuo corpo possa assorbire l’ALA, secondo la società vegetariana.

oli

Un certo numero di olii possono fornire acidi grassi omega-3, secondo il Linus Pauling Institute. Un cucchiaio. Di olio di canola fornisce 1,3 g di ALA, mentre la stessa quantità di olio di soia contiene 9 g di ALA. Altre fonti sono olio di senape, olio di noce e olio di semi di perilla.

Altre fonti

I soia ei prodotti di soia possono fornire alcuni acidi grassi omega-3, secondo l’istituto Linus Pauling. Una tazza di tofu fissa fornisce 7 g di ALA. Se si mangia uova, è possibile acquistare uova arricchite di omega-3. Alcune verdure verdi forniscono un po ‘di ALA e possono aggiungere alla vostra assunzione giornaliera, secondo la società vegetariana. Broccoli, cavoli e purslane sono buone opzioni. È anche possibile provare gli integratori. La maggior parte sono fatti di olio di pesce, ma ci sono anche integratori disponibili che sono derivate da alghe e krill.