Integratori di psoriasi

Panoramica

La psoriasi è una malattia cutanea che causa un eccessivo accumulo di cellule cutanee morte, secche e ruvide che sono tipicamente rossastre e coperte di “scales” argentate, secondo l’Università di Maryland Medical Center. La psoriasi è spesso una condizione cronica dolorosa che è più grave sul cuoio capelluto, sull’inguine, sulle spalle e sulle zone congiunte. Oltre a molte creme diverse e pomate topiche, i cambiamenti dietetici, i farmaci da prescrizione e la terapia della luce ultravioletta, i pazienti con psoriasi possono assumere diversi diversi integratori per alleviare i loro sintomi.

Olio di pesce

La somministrazione di 10 g al giorno di olio di pesce può contribuire ad alleviare i sintomi della psoriasi, afferma l’Università di Maryland Medical Center. Diversi studi clinici hanno scoperto che l’assunzione di supplementi di olio di pesce può migliorare le lesioni cutanee, nonché ridurre l’arrossamento, la scalata e il prurito correlati alla psoriasi, secondo il sistema sanitario dell’Università del Michigan. I supplementi di olio di pesce possono anche impedire l’aumento dei trigliceridi nel sangue a causa degli effetti collaterali di alcuni farmaci usati per trattare la psoriasi. Alcuni studi non hanno trovato miglioramenti nei sintomi della psoriasi da prendere supplementi di olio di pesce, comunque.

Acido folico

Prendendo elevate quantità di acido folico, come 20 mg assunte quattro volte al giorno in associazione con integratori di vitamina C, possono migliorare significativamente la psoriasi entro tre o sei mesi, secondo studi preliminari citati dall’Università del Michigan Health System. L’Università di Maryland consiglia di prendere 400 mcg al giorno di acido folico per la psoriasi. I pazienti affetti da psoriasi che assumono il metotrexato, un medicinale generalmente prescritto che riduce l’infiammazione e la crescita delle cellule della pelle, può avere bisogno di assumere un supplemento di acido folico a causa degli effetti collaterali del farmaco.

Esteri Acido Fumarico

Nel caso in cui studi, studi clinici preliminari e prove a doppio cieco, gli esteri degli acidi fumarici si sono dimostrati efficaci nel trattamento dei sintomi della psoriasi, afferma l’Università del Michigan Health System. Tuttavia, gli esteri dell’acido fumarico possono avere gravi effetti collaterali che possono persino portare alla tossicità.

Cartilagine di squalo

Gli studi medici preliminari indicano che la presa della cartilagine di squalo o del condroitina solfato può facilitare i sintomi della psoriasi a placca, afferma l’Università di Maryland Medical Center. Prendendo 80-100 g al giorno, suddivisi in due o quattro dosi, può aiutare con la psoriasi della placca, ma le persone con diabete non devono assumere questo supplemento. L’Università del Maryland inoltre avverte che gli integratori di cartilagine di squalo possono essere costosi e possono interagire con gli integratori di calcio.

Prendere supplementi di vitamina D non è di solito necessaria perché i farmaci da prescrizione per il trattamento della psoriasi tipicamente contengono alte dosi di questo supplemento, rileva l’Università di Maryland Medical Center. Tuttavia, nei casi gravi di psoriasi, l’assunzione di supplementi di vitamina D può essere necessaria per ridurre le lesioni cutanee e impedire l’eccessiva produzione di cellule cutanee, afferma l’Università del Michigan Health System. Le forme attivate di vitamina D possono essere somministrate per via orale o applicate localmente alla pelle, il secondo metodo è più sicuro e meno probabile che provoca tossicità nei pazienti che assumono altri farmaci per la psoriasi.

Vitamina D