Rimedi naturali per herpes simplex 1

Alimenti

Herpes simplex è un virus comune. Scelte alimentari specifiche così come erbe e integratori possono inibire il virus dell’herpes, impedendo i focolai futuri. Un piano di trattamento completo per il virus di herpes simplex (HSV) comprende modifiche alimentari, misure per migliorare la funzione immunitaria per prevenire le infezioni virali e ridurre lo stress oi trigger che innescano focolai.

Erbe aromatiche

Herpes simplex è un virus che richiede l’aminoacido arginino per replicare e moltiplicarsi all’interno del corpo. Secondo Pizzorno nel suo Manuale della medicina naturale, la lisina è un aminoacido che si oppone ad alcuni degli effetti dell’arginina e può impedire la replicazione. Durante un focolaio acuto di herpes simplex, gli alimenti superiori alla lisina inibiranno la replicazione del HSV. Questi alimenti dovrebbero essere sottolineati nella vostra dieta e comprendono prodotti fermentati come yogurt, kefir, formaggio, panna acida, uova, pesce, pollo, tacchino, agnello, carne di maiale, carni di organo, patate, fagioli di lima, gamberetti, Formaggio, cocomero, basso nero, segale, avocado, verdure di mare, siero di latte, mela, cetriolo, miglio, salsa di riso, crusca di riso, germogli, ravanelli daikon, carote e lievito di birra; Si raccomanda carni che non siano conservanti. Gli alimenti da evitare in quanto hanno livelli elevati di arginina aminoacido includono cioccolato, arachidi, mandorle, anacardi, noci, filberti, pecan, brasilini, sesamo e semi di girasole, noce di cocco, gelatina, grano saraceno, semi, germe di grano e granola. Altri cibi da evitare, in quanto aggravano uno scoppio esistente e / o possono indurre l’inizio di uno sono l’alcool, il caffè, il tè nero, lo zucchero, i carboidrati semplici (ad esempio, prodotti da forno con farina bianca), ceci, lenticchie, , Orzo, carruba, cacao, melanzane, pomodori e salse calde.

supplementi

Il Dr. Hudson, ND, nel suo libro “L’Enciclopedia delle Donne di Medicina Naturale”, raccomanda erbe specifiche per i loro effetti antimicrobici e immune stimolanti: il balsamo di limone (Melissa officinalis) è un grande antivirale che può essere applicato topically per epidemie acute o preso come Una tintura botanica per la prevenzione. Balsamo di limone può anche ridurre il dolore coinvolto in un focolaio acuto. La liquirizia (Glycyrrhiza glabra) è un antimicrobico che può aumentare il tempo di guarigione dell’epidemia e ridurre il disagio del sintomo. Echinacea e goldenseal agiranno insieme per aumentare la risposta immunitaria, diminuire l’infiammazione e guarire le piaghe più velocemente. Astragalus può essere usato a lungo termine come potente antivirale per ridurre il verificarsi di epidemie.

L’integrazione della lisina può ridurre significativamente gli epidemie e aumentare il tempo di guarigione nei casi acuti. I complessi vitaminici B possono contribuire a ridurre lo stress del sistema nervoso e aumentare il tempo di guarigione. L’HSV pone dormienti nei gangli della radice nervosa e quando viene attivato, il virus si attiva in una posizione ripetuta sul corpo. Le vitamine B possono contribuire a ridurre questo fenomeno ripetuto soprattutto se associato a stress e ansietà della vita. La vitamina C, orale e topica, aumenta il tasso di lesioni attive di guarigione. L’integrazione con zinco può ridurre la frequenza, la durata e la gravità di un focolaio acuto. La vitamina E applicata topicamente può fornire un sollievo dal dolore ad una lesione attiva.