Problemi con la chirurgia tonsilica negli adulti

emorragia

La tonsillectomia è un’operazione fatta per rimuovere le tonsille. È più frequente nei bambini che negli adulti. Come ogni altra operazione, la tonsillectomia ha rischi. I problemi che possono sorgere in particolare negli adulti includono sanguinamento, dolore, problemi con anestesia e recupero ritardato.

Infezione

Sanguinamento anormale è più comune negli adulti che nei bambini. Secondo gli esperti di Mayo Clinic, uno su cinque adulti ha un sanguinamento che non si fermerà: il sanguinamento può verificarsi entro 24 ore o fino a una settimana dopo l’intervento a causa della caduta della barba. Può essere necessario un intervento chirurgico aggiuntivo per controllare il sanguinamento. Occasionalmente, il sanguinamento può essere così grave che è necessaria una trasfusione di sangue. Molto raramente, la morte può verificarsi: 1 su 40.000 pazienti muoiono a causa di sanguinamenti gravi dopo la chirurgia di tonsille.

Dolore intenso

I batteri possono colonizzare l’area in cui le tonsille vengono rimosse. Per prevenire l’infezione, un corso di antibiotici è di solito prescritto dopo l’intervento chirurgico.

Trauma

Negli adulti, il dolore può essere grave e in genere dura fino a due settimane. Gli adulti possono diventare disidratati se non bevono abbastanza dopo l’intervento chirurgico.

Complicanze di anestesia

Le lesioni alle strutture circostanti possono verificarsi sia negli adulti che nei bambini. Le labbra, i denti, la lingua e la mascella possono essere traumatizzati durante l’applicazione degli strumenti durante l’intervento chirurgico. Raramente, ci sono lamentele di cambiamenti nella voce, cattivo gusto in bocca e rigurgito di liquidi dal naso.

I rischi di anestesia sono maggiori negli adulti perché potrebbero avere problemi cardiaci o polmonari associati. Se l’anestesia deve essere nuovamente somministrata per la chirurgia d’emergenza per bloccare l’emorragia, ci possono essere problemi con l’aspirazione di liquidi o cibo.