Sintomi di tosse del linfoma non-hodgkins

Panoramica

Il linfoma non-Hodgkins si sviluppa dalla crescita rapida e fuori controllo delle cellule del sistema immunitario chiamato linfociti. Il linfoma non-Hodgkins inizia spesso nei linfonodi, piccoli organi del sistema immunitario situati in tutto il corpo. Tuttavia, i linfociti percorrono tutto il corpo per combattere l’infezione, ei linfociti cancerosi possono svilupparsi in diversi organi, tra cui la milza, il fegato, i polmoni e il timo.

Thymus allargato

A seconda di dove nel corpo si sviluppa il linfoma non Hodgkins, le vie aeree possono essere influenzate, che possono portare a tosse. Alcuni tipi di linfoma si sviluppano nel timo, una piccola ghiandola che risiede al centro del petto, appena sotto l’osso del seno. Se il linfoma non-Hodgkins si verifica nel timo, spesso si gonfia e ingrandisce. Il rondone, o la trachea, corre dietro il timo. In alcuni casi, il timo si gonfia nella misura in cui preme il fumi, portando a tosse persistente, secondo la American Cancer Society.

Vaso linfatico bloccato

Il linfoma non-Hodgkins può anche svilupparsi in altre parti del petto, come le vasi linfatiche che attraversano il petto, collegando i linfonodi tra loro. Quando il linfoma non-Hodgkins si sviluppa nei vasi linfatici, può bloccare questi vasi e impedire il passaggio di liquidi linfatici. I vasi linfatici bloccati possono causare accumulo di liquidi intorno ai polmoni, noto come effusione pleurica. Questo gonfiore nei polmoni può causare tosse nei pazienti con linfoma non-Hodgkins, i rapporti di Merck Manuals.

Trattamenti del Cancro

I trattamenti disponibili per il linfoma non-Hodgkins includono il trattamento delle radiazioni e la chemioterapia. Entrambe queste opzioni di trattamento riducono il cancro uccidendo i linfociti in rapida crescita. Tuttavia, i trattamenti possono anche uccidere altre cellule in rapida crescita nel corpo, causando gravi effetti collaterali. Quando la chemioterapia o la radioterapia viene somministrata all’area della cassa o della gola, le cellule che fiancano la gola oi polmoni possono essere influenzati, che possono causare una tosse persistente e secca, secondo l’Ohio State Cancer Center.